prestito a pensionati - cessione del quinto -prestito - finanziamento

Prestito a pensionati: una possibilità grazie alla cessione del quinto

Il prestito a pensionati: Una possibilità concreta grazie alla cessione del quinto.

La possibilità di ottenere un prestito per pensionati, è una realtà che si concretizza con la cessione del quinto.

Questa tipologia di finanziamento permette ai pensionati iscritti a qualsiasi ente previdenziale come inps e inpdap di richiedere un prestito con condizioni e modalità nettamente più favorevoli rispetto ai classici prestiti personali.

La richiesta di un prestito personale è stata a lungo l’unica strada percorribile per i pensionati con l’esigenza di ottenere liquidità, anche se per molti rappresentava in realtà quella più difficile, in quanto il limite di età prefissato, entro il quale deve essere completamente estinto il prestito, corrisponde a 75 anni. Una caratteristica questa, che impedisce a chi è più avanti con l’età di ottenere liquidità utilizzando il prestito personale.

Con l’estensione della cessione del quinto, che inizialmente era ad appannaggio esclusivo dei dipendenti pubblici, anche ai pensionati di fatto si è annullata la problematica dell’età in quanto l’età massima entro la quale deve essere restituito tutto il capitale in questo caso passa dai 75 ai 90 anni. Il balzo in avanti è frutto di una delle caratteristiche stesse della cessione del quinto per pensionati e cioè quella di essere garantita dalla pensione e coperta da una polizza assicurativa contro il caso di mancato rimborso mortis causa.

Le domande che molti pensionati si pongono in merito alla cessione del quinto sono:

  • il prestito con cessione del quinto può essere richiesto con qualsiasi tipo di pensione?
  • come si calcola la rata della cessione?

Tutti i titolari di pensione, ad eccezione delle pensioni sociali, di reversibilità e di invalidità civile, possono richiedere prestito sulla pensione.
La rata si calcola sul quinto dell’importo totale della pensione e cioè la rata massima mensile può essere al massimo pari ad un quinto della propria pensione e quindi l’importo massimo della rata è legato all’importo della pensione stessa.
La normativa prevede una soglia di salvaguardia pari all’importo della pensione minima, che ogni anno viene stabilita e resa nota a cura dell’INPS. Ciò significa che la pensione ricevuta decurtata della rata deve essere comunque superiore alla soglia minima di sopravvivenza stabilità dalla legge, a tutela del pensionato. La tua pensione è un sostegno su cui puoi contare.

Per ricevere una consulenza allo scopo di conoscere le possibilità offerte dalla cessione del quinto nel tuo caso specifico compila il form su questo sito oppure contattaci al numero verde.

Chiama 800.153.153